La scuola azienda

novembre 4, 2012 § Lascia un commento

  corrado mauceri

La 953 è una pessima legge che, se dovesse essere approvata anche al Senato, comporterebbe un vulnus profondo non solo ai principi costituzionali, ma a quell’idea di scuola per la piena cittadinanza che è la precondizione di una effettiva democrazia. « Leggi il seguito di questo articolo »

Annunci

Il precariato è illegittimo? Certamente è intollerabile

gennaio 9, 2011 § 1 Commento

 corrado mauceri

Per un giudice del Lavoro di Siena il precariato della scuola è illegittimo. La sentenza ha destato molte reazioni contrastanti perché il precariato nella scuola italiana è stato considerato, sia a destra che nel centro sinistra, in qualche modo fisiologico.

 Nei giorni scorsi una sentenza del Giudice del Lavoro di Siena ha dichiarato, sulla base della Direttiva Comunitaria (1999/70/CE), recepita dall’Italia con decreto legislativo n. 296/2001, la illegittimità della reiterazione dei contratti a tempo determinato nella scuola, disponendo la trasformazione del primo incarico a tempo determinato in incarico a tempo indeterminato.

Da più parti si è difatti affermato che la sentenza del giudice di Siena rappresenta una forzatura della normativa vigente. Ma è veramente così? Come osserva lo stesso giudice di Siena nella sentenza, la disposizione dell’articolo 36 comma 2 del Testo Unico n. 165/01 che sembra precludere la trasformazione del contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato: «in ogni caso, la violazione di disposizioni imperative riguardanti l’assunzione, l’impiego di lavoratori, da parte delle pubbliche amministrazioni, non può comportare la costituzione di rapporto di lavoro a tempo indeterminato con le medesime pubbliche amministrazioni». E la stessa giurisprudenza, anche Costituzionale (n. 81/03) ad un più attento esame della normativa nazionale nel contesto di quella comunitaria non sembrano preclusive della direttiva 1990/70 CE e della giurisprudenza della Corte di Giustizia, ed infine dell’articolo 5 del D.Lgs n. 2001/368.

Le ampie ed articolate argomentazioni con le quali il giudice di Siena è pervenuto a questa decisione testimoniano senza dubbio la complessità e problematicità degli aspetti giuridici. Si tratta di una prima sentenza che offre spunti senza dubbio interessanti e convincenti in merito all’illegittimità della reiterazione dei contratti a tempo determinato nella scuola. È prevedibile però che altri giudici si pronunceranno in senso diverso. Non si può quindi dare per scontata la illegittimità del precariato; per questo sarebbe auspicabile un intervento politico .con una soluzione organica. Ma la politica finora (di destra e di centro sinistra) ha ignorato il problema del precariato, ben sapendo che non si tratta soltanto di garantire la certezza del posto di lavoro, ma anche il regolare funzionamento della scuola pubblica. [école 79, dicembre 2010]